Lectio magistralis chiusura 10° anno

2014-06-12_CCC_iPhone_Timbro

Il Club di Cultura Classica “Ezio Mancino” Onlus ha organizzato una cerimonia di chiusura del 10° anno di attività il giorno giovedì 12 giugno 2014, dalle ore 18:00 presso la sede de Lombroso16, in via Cesare Lombroso 16 a Torino.

L’anno appena trascorso è stato ricco di eventi, dalle conferenze alle passeggiate, e noi del CCC ci abbiamo teniamo a festeggiare, insieme a tutti coloro che hanno partecipato, il grande successo riscontrato; è stata un’occasione per ringraziare i nostri insegnanti, relatori e collaboratori: senza il loro enorme e fondamentale impegno tutte le attività non sarebbero state possibili.

La serata si è aperta con un bilancio dell’anno appena passato e la presentazione dei progetti futuri. In particolar modo, è stato illustrato nei dettagli Imaginare! – 2° Edizione Concorso fotografico di Archeologia greca e romana: per il regolamento, i tempi per la partecipazione e gli interessanti premi visitare la pagina del sito clubculturaclassica.it/imaginare.

Alle ore 18:30, si è avuto il grande piacere di ascoltare la lectio magistralis del Professor Gian Franco Gianotti (Università degli Studi di Torino) e della Professoressa Maria Antonia Carbone, attuale presidente del Club.

L’intervento del Professor Gianotti era incentrato su Petronio e sulla sua opera principale, il Satyricon. La Professoressa Carbone ha, invece, intrattenuto il pubblico presente spendendo il suo intervento su uno degli autori più attuali del mondo antico, Seneca. Di seguito è riportata una sintesi dell’intervento su Seneca della presidente del Club.

La modernità di Seneca

Grande è stata la fortuna di Seneca, come filosofo, per la suggestione del suo discorso sull’uomo, sulla sua fragilità e sulla sua grandezza; sui temi del suo rapporto con gli altri e davanti alla morte, trattati con una sensibilità così intensa, così moderna , da colpire fortemente i lettori di ogni tempo. Seneca, il moralista, il politico, espertissimo del mondo,  vede gli uomini del suo tempo, gli uomini, potremmo dire, di ogni tempo,  come creature deboli, ignare, vittime di continue, tenaci, invincibili illusioni, dovute agli impulsi irrazionali, da cui si lasciano dominare. La via per la salvezza e la felicità è una sola: quella che si percorre frenando le passioni sconvolgenti, portando ordine nel proprio animo mediante la ragione. Egli seppe parlare a tutti gli uomini dei casi della vita e della morte. Il suo esperimento di coniugare i principi filosofici e culturali degli intellettuali con il potere fu un insuccesso. Nessun altro filosofo più di lui è stato accusato d’ipocrisia, incoerenza, instabilità. In lui, personaggio complesso s’intrecciano, con luci e ombre, morale e politica, intellettuale e potere: trescava con gli ambienti imperiali, mentre rivendicava la libertà dell’homo sapiens dalle passioni, faceva speculazioni economiche spregiudicate, accumulava un ingente patrimonio e praticava addirittura l’usura, mentre predicava la povertà, il disprezzo delle ricchezze e l’ascetismo; si macchiava di connivenze e debolezze interessate mentre diceva di voler aiutare gli altri ad essere migliori; si adattò alla tirannide pur avendo scritto pagine di fuoco contro di essa; compose una “satira menippea” contro Claudio e nel frattempo preparava l’elogio funebre dello stesso imperatore; Seneca ci illustra il cammino della saggezza non isolato in poche astratte sentenze, ma immerso in un’umanità profonda e articolata in cento problemi di condotta, nell’urto con le circostanze quotidiane e con i temi universali della vita, della morte, della felicità e del dolore.

Per concludere la serata, alle ore 19:30, il CCC ha organizzato per tutti gli amici un’apericena all’interno dell’Istituto “Athenaeum”, in via Lombroso 13 (la sede dei nostri corsi di traduzione), un luogo a noi particolarmente caro per la sincera disponibilità e calorosa accoglienza che ci ha dimostrato in questi anni.
L’aperitivo è stato interamente preparato dallo staff del CCC, che è riuscito a garantire a tutti voi una serata piacevole, un momento gioioso per stare insieme e conoscersi meglio.
Come sapete, il CCC è un’associazione Onlus, che riesce a portare avanti le sue iniziative grazie alla generosità dei suoi soci: tutto il ricavato della serata sarà dunque destinato alla realizzazione delle attività previste per l’anno 2014/2015.

[new_royalslider id=”15″]

 

Puoi scaricare ai seguenti link gli interventi del Prof. Gianotti (su Petronio) e della Prof.ssa Carbone (su Seneca). L’ultimo documento fa un bilancio dell’anno 2013/2014.

CCC_LectioMagistralis_2014-12-06_Carbone_Seneca

CCC_LectioMagistralis_2014-12-06_Gianotti_Petronio

CCC_LectioMagistralis_2014-12-06_Slide